Foto credits: ©Siria & Isabella per la Pol. Az Picerno

L’imbattibilità del Potenza di Nicola Ragno si è interrotta al “Curcio” di Picerno. La squadra melandrina si conferma tabù assoluto per i rossoblu, usciti sconfitti per 5-3 dal rocambolesco derby di domenica nonostante il doppio vantaggio accumulato nel primo tempo. In tutti i precedenti in Serie D - il primo risalente alla stagione 2015/2016 - il Potenza non è mai riuscito a vincere contro i “cugini”, sia si trattasse di campionato che di coppa.

Con le cinque reti incassate in meno di 45 minuti, diventano 13 quelle subite in totale dalla capolista del girone H, inseguita ad un solo punto dalla Cavese (all’ottava vittoria di fila) e dal Team Altamura. L’ex miglior difesa del campionato passa quindi il testimone a Darfo Boario e Matelica (8 gol subiti). Curiosamente l’attacco rossoblu, ancora il più prolifico di categoria, non è riuscito ad andare a segno negli ultimi 15 minuti dell’incontro, dove solitamente risulta essere il più letale della Serie D (13 gol realizzati tra il 76 e il 90 minuto).  L’impresa del Picerno, che ha chiuso la partita con ben sette under in campo, assume contorni ancora più straordinari guardando ad un’altra statistica in particolare: tutte le volte che il Potenza si è portato in vantaggio ha quasi sempre vinto l’incontro, pareggiando in un solo caso.